La lavorazione

IL Nostro percorso di qualità inizia con i nostri soci e i loro uliveti, e prosegue nel nostro moderno stabilimento dove si svolgono le complesse fasi di lavorazione e produzione. Una volta completate tutte le fasi l’olio viene stoccato secondo le tipologie IGP, italiano e Biologico.

01

La pesate delle olive avviene dopo che le stesse portate dal socio vengono stoccate in bins. Viene compilata una scheda di ingresso dove vengono riportati i dati del socio e le caratteristiche delle olive portate, IGP/Biologiche e peso.

Le olive precedentemente stoccate, prima di essere lavorate, vengono pulite con il deramificatore cominciando a togliere sia i rametti che le foglie e i corpi estranei anche metallici grazie a una calamita. L’allontanamento delle foglie e dei rametti riduce il rischio che fitofarmaci e sali di rame residuati sulle foglie possano inquinare l’olio.

02

03

Le olive proveniente dal deramificatore vengono portate tramite un nastro alla lavatrice che provvede a completare la pulizia delle olive, eliminando gli eventuali residui di terreno che possono conferire all’olio il difetto di terra

Dopo il lavaggio le olive passano in una tramoggia che per mezzo di una coclea alimenta il frangitore a dischi che provvede a frangere le olive riducendole in una pasta che viene trasferita nelle gramole a mezzo di una pompa.

04

05

La gramolazione della pasta di olive è necessaria per incrementare la resa di estrazione dell’olio. Questa operazione è differente a seconda della sua durata e della temperature dell’acqua di riscaldamento che circola nella camicia esterna alla gramola. 
Un olio si definisce estratto a freddo quando la temperatura di gramolazione non supera i 27° C. Le condizioni ottimali di gramolazione sono comunque riferite a tempi compresi tra 30 e 60 minuti e a temperature di 27-32° C, in base alle caratteristiche delle olive lavorate

Passato il tempo stabilito di gramolazione la pasta passa nel decanter a tre fasi dove avviene una prima separazione dell’olio dai materiali di scarto quali la sansa e, successivamente, attraverso un separatore a centrifuga viene liberato l’olio dall’acqua rimasta e dai microframmenti vegetali che lo accompagnano

06

07

Il socio può ritirare l’olio prodotto oppure conferirlo alla Cooperativa dove viene stoccato secondo tipologia (atto a divenire IGP, Italiano, Biologico). Lo stoccaggio potenziale attuale è di circa 400 Q.li che viene effettuato in tini di acciaio inox in un locale adibito esclusivamente a questo. Il locale è climatizzato per poter mantenere il prodotto in buono stato di conservazione. Vengono eseguiti in tempi prestabiliti i travasi necessari ad allontanare le morchie

Normalmente l’olio lavorato e venduto non viene filtrato, ma ultimamente alcuni soci lo hanno richiesto ( specie per le bottiglie) e siamo organizzati anche per tale servizio.

08